Perché è così importante essere neurotipici? Perché tutto il resto è considerato anormale?

Non ne ho idea. Non è per me come non lo sono. Sono psicopatico. Mi piaccio, quindi per me l’idea di essere neurotipica è estranea e non qualcosa che mi interessi affatto.

In realtà mi sembra di trovare l’opposto dei desideri sotto molti aspetti. Le persone vogliono avere condizioni che non hanno, ed è abbastanza fastidioso. La psicopatia rientra in una di queste ambite categorie di pensiero e coloro che desiderano averla tendono ad essere gravemente disinformati su cosa sia e cosa significhi. Tendono anche ad arrabbiarsi quando dici loro che la psicopatia non è ciò che è nei film.

Personalmente desidero chiarire la tendenza a voler essere qualcosa di diverso dal normale. Produce un flusso costante di disinformazione e miti che devono essere affrontati da coloro che hanno le condizioni che rivendicano. Depressione, sociopatia, psicopatia, disturbo borderline di personalità, bipolare, e ora che, Spalato, ha colpito i cinema mi aspetterei di vedere una serie di affermazioni su DID.

La normalità non è qualcosa di cui disprezzare e la psicopatia non è qualcosa a cui aspirare. Proprio come la neurotipicità è come il cervello è collegato. Non è una superpotenza, non denota genio, e non è qualcosa che puoi diventare perché lo desideri.

Quelli che sono neurotipici dovrebbero essere orgogliosi di ciò che sono, invece di cercare di essere qualcun altro.

Bene, “tipico” in neurotipico significa la stessa cosa del normale. È la norma essere neurotipici. Più persone sono tipiche che atipiche.

Sopra, prendo letteralmente le parole “tipico” e “normale”. Ma sospetto che l’interrogante insinui che – secondo molti – normale è buono e anormale è cattivo. Si sta chiedendo perché le persone siano così veloci nel giudicare la minoranza atipica.

La risposta è probabilmente che il nostro cervello si è evoluto per prosperare in piccole tribù basate sulla parentela, e quindi la nostra specie ha una naturale sfiducia per chiunque fuori dall’ordinario. Ai tempi dell ‘”uomo delle caverne”, una persona strana era probabilmente qualcuno di un’altra tribù, e se ti imbattessi in lui nella foresta, potrebbe combatterti e ucciderti.

Il pensiero della paura anormale non si adatta alle nostre vite moderne, ma (neurotipico o no), siamo bloccati con l’anatomia cerebrale dei nostri antenati.

Inoltre, poiché il tipico supera le istituzioni atipiche e più umane soddisfano il primo. Ciò significa che una persona atipica potrebbe causare problemi in ufficio, al supermercato, in chiesa, a scuola e così via.

Questo non è sempre il caso, ma succede abbastanza perché la gente se ne accorga. Il che li rende diffidenti nei confronti delle persone atipiche. Temono che, per lo meno, avere a che fare con una persona atipica richiederà più lavoro – ed è più stancante – che avere a che fare con una persona tipica.

Per l’individuo è molto più facile che non essere NT.

Per la società la maggior parte delle persone non vuole fare lo sforzo di alterare la propria comunicazione o rendere le cose accessibili a coloro che non sono NT. Vogliono che le persone, come quelle con autismo, imparino a copiare il comportamento di NT e seguano i movimenti a spese delle persone autistiche.

Tutto tranne NT è considerato anormalmente scientificamente perché matematicamente non sono nella norma.

Non sono NT, il mio cervello non è nella media. Fa alcune cose sotto la pari e alcune cose un po ‘sopra la pari, alcune cose fa solo a modo suo completamente.

Ho estrema pazienza e tolleranza per gli altri NT o no, per molto tempo ho pensato che le persone intolleranti fossero degli stronzi. Alcune delle differenze che ora capisco dalla psicologia della personalità sono che sono solo a corto di apertura e gradevolezza. In realtà non possono controllare così tanto, anche se per fortuna la società sta ora cercando di rendere le persone almeno in grado di accettare di più la differenza.

In secondo luogo, è alla moda essere malato di mente o meno in qualche modo NT e quanto sia terribile soprattutto per annacquare la significatività di quelle diagnosi. Per qualificarsi per la necessità di una diagnosi sono necessarie le tre D: Distress, Disfunzione e Devianza. Se non c’è nessuno di questi (alcuni disturbi hanno solo due di questi, cioè un individuo antisociale potrebbe non essere angosciato ma può avere molte disfunzioni e deviazioni), quindi non c’è bisogno di una diagnosi.

La diagnosi è essenzialmente uno strumento, la diagnosi informa il trattamento.

La nostra economia globale dipende, in una certa misura, dalla capacità di cambiare una persona con un insieme specifico di competenze per una persona diversa con lo stesso insieme di competenze. Questi insiemi di abilità si basano su ipotesi su ciò che è “normale” riuscire a realizzare.

Quando non puoi realizzare tutto ciò che è necessario per un determinato set di abilità, non importa quante abilità extra hai o quanto sei eccellente in qualcosa in particolare. Ciò che conta in un sistema burocratico è che un ingranaggio sia scambiabile con un altro.

Sebbene non sia importante essere neuro-tipici, può essere più difficile adattarsi all’economia quando sei un piolo quadrato e ci sono solo fori rotondi disponibili. Fino a poco tempo fa, pochissime persone erano abbastanza lontane dal neuro-tipico per poter pensare a come accogliere i valori anomali.

Tuttavia, con la metà degli studenti nordamericani del 2025 in prima elementare previsti per essere da qualche parte nello spettro autistico, è probabile che le definizioni di ciò che è normale e di ciò che sono anomali stiano cambiando.

Fortunatamente, le piccole imprese sono spesso molto felici di compensare le differenze in cambio di specifici tipi di eccellenza, quindi non mi preoccuperei dell’intera etichettatura neuro-tipica vs. anormale. C’è un posto prezioso per la differenza, è solo ai bordi, non nel mezzo …

Buona domanda! Da Wiki: neurotipico “In altre parole, questo si riferisce a chiunque non abbia disabilità dello sviluppo come alcune forme di autismo, dislessia, disturbo della coordinazione dello sviluppo o ADHD.” Non penso che queste cose siano anormali. Sono persone che queste “cose” sono costruite un po ‘ai margini delle masse. È un pregiudizio guardarli.

Spero che sia quello a cui ti riferivi e non usare la parola per assumere l’ambita e bella frase “politically correct”. 🙂

Anormale è ciò che si discosta dalla norma.

Essere normali non è importante in sé e per sé. Ad esempio, era normale nella Germania nazista sostenere il regime nazista.

Ma il motivo per cui essere neurotipici è importante per le persone è che denota stabilità mentale e le deviazioni in genere producono comportamenti distruttivi, ad esempio sbalzi d’umore erotici, incapacità di adattarsi alla società con altri esseri umani o disfunzioni della mente che causano l’abiezione della persona sofferenza.