Hai mai capito chi e come è davvero la tua personalità?

No, non l’ho fatto.

Sono orgoglioso di leggere e comprendere la fisica quantistica, la teoria delle stringhe e la programmazione al computer, e poi faccio qualcosa di stupido come cercare di pagare un panino con il mio pass per l’autobus.

Mi piace ascoltare il 3 ° Concerto di Brandeburgo, ma la prossima volta che sarò ubriaco, SAPERETE che ascolterò brani con testi come “Gering-ding-ding-ding-dingeringeding!”

Vado in palestra e lavoro duro, sollevando pesi in costante aumento e mi congratulo con me stesso per la mia ritrovata forza. Ho corso più velocemente di quanto non abbia mai corso e mi congratulo con me stesso per questo. Quindi provo a correre per più di 5 minuti e chiedo pietà.

Mi tengo davvero ai miei amici più cari e spesso metto tutto per prendermi il tempo di parlare con loro e aiutarli, poi un giorno mi rifiuto di prendere il telefono perché sono troppo occupato e non ho voglia di parlare .

Dico che sono davvero entusiasta del mio futuro, e poi a volte mi spavento per la velocità con cui il ritmo della mia vita sta aumentando, e voglio scendere da quel particolare giro, anche se solo per poche ore.

Dico “No, non mi piace lo xyz, non mi è mai piaciuto lo xyz” e poi vado a fare un altro tentativo, e passo le 8 settimane successive a pensare e parlare di poco altro.

Non so chi sono, non so che tipo di persona sono, non so cosa voglio. A volte penso a eventi particolari in cui potrei essere visto come una persona cattiva, ma poi ricorderò altri eventi quando ho fatto di tutto per aiutare qualcuno che ne aveva bisogno.

Invecchiando, sembra che io sappia sempre meno di me stesso.
Ma provo a fare sempre la cosa giusta. Ed è almeno un’esperienza interessante.

Come molte persone, mi sono sorpreso all’inizio della vita.

Essendo figlio unico cresciuto in una casa tranquilla, ero naturalmente tranquillo ma contento. Tuttavia, all’età del liceo, ero circondato da abbastanza attività che ha messo in evidenza ciò che dovevo essere che era tenuto premuto: estroverso ed espressivo.

Preferivo di gran lunga il secondo, ma a volte non lo attraevo e chi volevo.

Dimostra solo che la vita non è un buffet tra cui scegliere, ma lezioni di vita da affrontare.

Devo ancora trovare qualcuno la cui personalità sia simile alla mia, ma personalmente non mi piace definirmi comunque, come lo sono, per natura umana, un essere inevitabilmente in continua evoluzione.

Ma mi piacciono i test di personalità e persino i segni zodiacali, non perché credo particolarmente in loro, ma perché mi danno un vocabolario e teorie per descrivere me stesso e il comportamento strano di me o degli altri.

Il mio cambia ogni giorno. Alcuni giorni sono pazzo al 90% e tengo da parte il restante 10% per impedirmi se sto per fare qualcosa di troppo pazzo. Quindi alcuni giorni in cui il 90% è come un filosofo e può provare a parlare di logica con quelli che mi circondano. Tutto dipende da come inizia la mia giornata e se qualcuno mi ha fatto incazzare. Se riesco ad avere una presa salda e non me lo permette, posso anche essere il 90% più saggio.

Sì. Non posso essere né introverso né estroverso.